Home page Museo Fantoni
 


Andrea Fantoni


Andrea FantoniNacque a Rovetta il 26 agosto 1659 da Grazioso e da Bramina Fantoni. La prima notizia riguardante la sua educazione artistica risale al 2 luglio 1674 quando fu accolto in Parma nella bottega di maestro Giuseppe con il quale lavorò ogni giorno a palazzo ducale. In Parma rimase solo fino al gennaio del 1675, costretto ad interrompere il suo soggiorno per difficoltà economiche della famiglia; una lettera del 1679 attesta che Andrea risiedeva a Rovetta. E nel 1672, all'età di 23 anni, assunse su di sè il compito di capo bottega, compito che si trasformerà in quello di capo famiglia alla morte del padre.

Quanto Andrea fosse consapevole del suo ruolo e della validità della struttura gerarchica che lo stesso Grazioso il Vecchio aveva dato alla bottega, appare chiaramente nel testamento che egli redasse il 18 settembre 1732. A due anni dalla morte che avverrà il 25 luglio del 1734 Andrea non si limita a suggerire ma impone la struttura della bottega per la generazione successiva; considera, infatti, erede alla pari dei fratelli Antonio, Giovan Bettino e Giovanni, nominati in ordine di genitura, il nipote Grazioso, già attivo nella bottega.

E' difficile recuperare un credibile e realistico ritratto psicologico di Andrea al di fuori e sopra la leggenda. Di Andrea possiamo invece testimoniare l'impegno instancabile e assolutamente consapevole con cui diresse, nella veste anche d'imprenditore, la bottega. Fu quindi Andrea a portare la sua bottega in una posizione di altissimo prestigio.